Wine&Thecity


Il Castagnaccio

Ingredienti: 1250 kg di castagne secche 150 g. di zucchero 100 g. di burro 200 g. di cioccolato fondente 150 g. di cedro 5 foglie di alloro un pizzico di sale

 

Preparazione:

Con un coltello praticate una piccola incisione sulle castagne, mettetele in una casseruola insieme a qualche fogliolina di alloro, copritele d’acqua, salate leggermente e lessatele per circa 15 minuti. sollevatele e sbucciatele eliminando solo la crosta esterna. Rimettetele nella stessa acqua e continuare la cottura per altri… Continua a leggere

itinerari – Tra vino e oro bianco

Falciano del Massico

Il centro abitato di Falciano del Massico sorge su una zona pedemontana, alle cui spalle si erge il Monte Massico. Nella pianura si localizza il lago di Falciano, noto in passato come lago di Carinola.

La presenza umana nel territorio può essere fatta risalire al Paleolitico medio (75.000-35.000 anni fa), al quale datano i reperti trovati nelle campagne che circondano il centro abitato di Falciano. L’area dell’Ager Falernus, racchiusa dal monte Massico (a nord,nord-ovest)e dal fiume Savone,(a… Continua a leggere

itinerari – Tra vino e oro bianco

Riserva naturale Lago Falciano

La Riserva Naturale Lago di Falciano si trova nel comune di Falciano del Massico e di Mondragone e comprende la zona umida del Lago di Falciano. Il lago di Falciano è di origine vulcanica ed è posto alle pendici del Monte Massico.

L’attuale assetto idrografico del bacino risale alle bonifiche iniziate dal governo Borbonico nel 1839. Ulteriori lavori di bonifica risalgono al secondo dopoguerra.

Nel 1970 il Consorzio di Bonifica al fine di garantire un maggiore… Continua a leggere

La Mela Annurca

La mela Annurca, o melannurca, è un prodotto ortofrutticolo italiano a Indicazione Geografica Protetta, tipico della Campania, che, al momento del consumo, si presenta di colore uniformemente rosso. È definita la “regina delle mele” ed è l’unica mela originaria dell’Italia meridionale.

Dopo la raccolta, la mela Annurca necessita di un periodo di “arrossamento”, durante il quale viene posta su graticci di paglia (“melai”) nei quali i frutti sono disposti su file esponendo alla luce la parte meno arrossata.

Il nome… Continua a leggere

itinerari – Tra vino e oro bianco

Parco Regionale di Roccamonfina e Foce Garigliano

Tra boschi secolari di castagni e deliziosi borghi medievali, ci si perde in un’oasi di tranquillità, scoprendo, poco a poco, scenari indimenticabili e sospesi nel tempo. Lungo sentieri e piccoli borghi, si possono ammirare straordinarie testimonianze storiche, che raccontano di un passato fatto di fede e d’ingegno architettonico. Assaporando i prodotti locali, si gustano le celebri castagne e le tante varietà di funghi da gourmet, si vivono tradizioni gastronomiche uniche nella loro semplicità,… Continua a leggere

itinerari – Tra vino e oro bianco

Vulcano di Roccamonfina

Il Vulcano di Roccamonfina è un vulcano estinto . E ‘stato attivo da circa 650.000 a 50.000 anni fa. Si compone di un cono isolato grande di circa 25 km (16 miglia) tra il perimetro Monti Aurunci , la pianura e la valle del Garigliano, il Monte Massico e il Trebulani Monti . La caldera centrale ha un diametro di circa 6 km (4 km). L’attività vulcanica è ora sostituito da piccoli movimenti sismici e dalla presenza… Continua a leggere

itinerari – Tra vino e oro bianco

Sessa Aurunca

Sessa Aurunca è una città della provincia di Caserta . E ‘situato sul versante sud-ovest della estinto vulcano di Roccamonfina , 40 km in treno a ovest a nord-ovest di Caserta e 30 km a est di Formia. Si trova sul sito dell’antica Suessa Aurunca, vicino al fiume Garigliano . La collina su cui si trova Sessa è una massa vulcanica di tufo . Il capoluogo antico della Aurunci , si crede sia rimasto più di 600 m… Continua a leggere

Itinerario – tra vino e oro bianco

Nel cuore dell’alto casertano si erge un grande complesso vulcanico ormai estinto che ha fatto la fortuna dei coltivatori di castagne: il Roccamonfina. Il vulcano Si compone di un cono isolato grande di circa 25 km tra il perimetro Monti Aurunci , la pianura e la valle del Garigliano e il Monte Massico. Il complesso vulcanico fa parte di un parco regionale che interessa anche il fiume Garigliano che mostra tutta la sua bellezza non verso la foce ma lungo… Continua a leggere

I formaggi più antichi del mondo

La prima mozzarella risale a 7500 anni fa ed ebbe un ruolo importante nell’evoluzione dell’uomo. Ma come veniva prodotta? E perchè i nostri progenitori hanno cominciato?

di: Franco Severo

La prima mozzarella risale al Neolitico: serviva a conservare meglio il latte e a renderlo più digeribile.

Mozzarelle e ricotte, o almeno i loro antesignani, sono vecchi di 7.500 anni: secondo una ricerca pubblicata sull’ultimo di Nature i nostri progenitori, in pieno neolitico, avevano infatti sviluppato tecnologie e competenze utili a… Continua a leggere

itinerari – Da Scala a Ravello nel cuore del Parco dei Monti Lattari

Villa Rufolo

Villa Rufolo è un edificio del centro storico di Ravello, comune in provincia di Salerno, che si affaccia di fronte al Duomo nella piazza del Vescovado ed il cui impianto iniziale risale al secolo XIII, con ampi rimaneggiamenti ottocenteschi. Appartenente inizialmente alla potente e ricca famiglia dei Rufolo che eccelleva nei commerci (un Landolfo Rufolo è stato immortalato dal Boccaccio nel Decamerone), passò in seguito per successione ad altri proprietari quali i Confalone, i Muscettola ed i d’Afflitto… Continua a leggere

News

Cerca
Seguici su…

Archivio post
aprile: 2018
L M M G V S D
« Mar    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  
leguminosa 2016