Wine&Thecity


Cacioricotta del Cilento

Il Cilento è terra di capre. Macchia mediterranea, arbusti, erbe cespitose, alberi bassi rappresentano il nutrimento ideale per quest’animale rustico e vivace.Le ottime qualità del pascolo e del tipo di allevamento delle capre si rispecchiano nei formaggi prodotti, che si distinguono per la complessità aromatica, tra questi si distingue la cacioricotta. La Cacioricotta è un formaggio che si può consumare fresco (in insalata o con il miele), ma anche come cacio da grattugia. Dopo una prolungata stagionatura infatti, diventa duro,… Continua a leggere

Agriturismo “Il Vecchio Uliveto” – Grottaminarda

L’Agriturismo “Il Vecchio Uliveto”si trova a Grottaminarda, paese sul cammino di Padre Pio da Pietralcina a San Giovanni Rotondo, inoltre, è vicino alle Terme di San Teodoro e alla BOCCA DELL’INFERNO cantata da Dante nellla DIVINA Commedia e a quattro passi dagli scavi di AECLANUM. L’ottima cucina, la passione per la tradizione enogastronomica irpina si mescolano nella preparazione di menù realizzati con prodotti biologici.

 Per godere dell’affascinante natura l’Agriturismo offre la possibilità di soggiornare in pieno relax in camere… Continua a leggere

L’Antico Frantoio

Il turista stanco della città trova a L’Antico Frantoio la tranquillità e la pace della campagna, la possibilità di fare passeggiate a piedi o in mountain-bike tra i profumi e i colori della natura.  L’Antico Frantoio ai piedi del monte Erbano e protetto dal monte Acero, ha offerto ospitalità a quanti tra il 1860 ed il 1870 si arrampicavano fra le sue strade ed i suoi sentieri alla ricerca di nascondigli.

Il turista fin dalla mattina trova a tavola… Continua a leggere

Un dolce per tutte le stagioni: la pastiera napoletana da dolce natalizio a prelibatezza enogastronomica internazionale.

Sembra che la pastiera sia stata già presente nelle antiche tavole pagane dove veniva servita per celebrare la primavera. In ogni angolo della città partenopea, l’opinione più diffusa è che questo tipico dolce pasquale sia più buono se preparato in casa. Ogni nonna, ogni famiglia, ogni pasticcere conserva e tramanda la propria ricetta segreta ricca di accorgimenti essenziali per una ottima riuscita di questo dolce che ormai occupa ogni momento di festa. L’attuale ricetta sembra sia stata concepita in un… Continua a leggere

Antiche ricette campane

Gli ammugliatielli, sono definiti un piatto povero della tradizione contadina campana. Questo piatto è presente in molte zone dell’Appennino Campano Lucano prendendo così nomi. Ogni zona ha il suo segreto su questo piatto a base di interiora di agnello lattante. Le interiora vengono lavate in acqua e bucce di agrumi dove rimangono immerse per qualche ora. Successivamente le interiora vengono asciugate e avvolte come un gomitolo di lana intorno ad uno stecco di legno e aromatizzate con aglio, prezzemolo, formaggio… Continua a leggere

Agriturismi, Osservatorio approva criteri nazionali di classificazione

 L’Osservatorio nazionale dell’Agriturismo, nel corso della riunione che si è tenuta presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, ha approvato oggi, in sede tecnica, i criteri di classificazione nazionale delle aziende agrituristiche. Si tratta di un primo importante tassello del più ampio programma di rilancio dell’agriturismo italiano

portato avanti dal Mipaaf attraverso l’Osservatorio, una cabina di regia istituita nel dicembre del 2009, cui partecipano rappresentanti del Mipaaf, del Dipartimento del Turismo, delle Regioni, delle Associazioni agrituristiche, Istat… Continua a leggere

Carciofo igp di Capaccio

Le prime coltivazioni di carciofi nella piana compresa tra i comuni di Eboli e Capaccio ( Paestum ) risale all’epoca dei Borboni. Appartenente alla tipologia dei carciofi romaneschi, quello “tondo di Paestum” si è andato differenziando nel tempo dall’ecotipo originario di Castellamare, arrivando ad avere delle caratteristiche peculiari che gli hanno permesso nel 2005 di ottenere il marchio IGP. Il carciofo si presenta tondo, di media pezzatura, con variazioni di colore dal verde al violetto-rosaceo, morbido e fragrante.  La… Continua a leggere

Coniglio di fossa ischitano

Il coniglio è il tipico piatto domenicale della tradizione ischitana, tradizionale fin dal suo allevamento, quello del cosiddetto “coniglio di fosso”. Sicuramente il piatto classico ischitano che gustano ogni anno i turisti che arrivano sull’isola è il coniglio all’ischitana.

E’ usanza nella maggior parte delle case ischitane il menu classico della domenica, bucatino al sugo di coniglio e coniglio di fossa (coniglio selvatico) Certamente non riuscirete a trovare il coniglio di fossa tipico, ma conunque vi proponiamo la ricetta che… Continua a leggere

Altopiano del Laceno

Laceno è una frazione di Bagnoli Irpino ed è caratterizzata da uno spettacolare Altopiano nel quale “sorge” un caratteristico Lago. Il Lago Laceno è situato a quota 1100 metri in una conca carsica immersa nel verde dei Monti Picentini, contornata da cime alte e significative come il Monte Cervialto (1809 m la vetta più alta dei picentini), il Monte Raiamagra (1667 m), Monte Cervarolo (1600 m), Montagna Grande (1509 m) e il Monte Piscacca (1470 m).

 Oltre alle vette… Continua a leggere

Lo Stuzzichino – Massa Lubrense

Le verdure ed il pesce, costituiscono le colonne portanti della cucina. Gli antipasti: Si inizia con il “misto di verdure” o “misto fritto alla napoletana” ( palle di riso, panzarotti, calzoncini e mozzarella in carrozza) o con l’ottima parmigiana di melanzane.  I Primi: Sia la pasta fresca che le zuppe sono da assaggiare.  Dalla minestra maritata alla zuppa di verza e castagne, il tradizionale cannellone alla sorrentina. La pasta e fagioli come i paccheri di Gragnano ed i… Continua a leggere

News

Cerca
Seguici su…

Archivio post
luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  
leguminosa 2016