Wine&Thecity


Pecorino di Carmasciano

Nella piccola località di Carmasciano, divisa tra i comuni di Rocca San Felice e Guardia Lombardi, in provincia di Avellino, si produce un gustoso pecorino di antica tradizione, caratterizzato da un’accurata preparazione interamente artigianale. Il latte delle pecore tenute al pascolo in zona, nell’area delle antiche “Mefite della Valle d’Ansanto”, citate da Virgilio nell’Eneide per la presenza di esalazioni di zolfo che si suppone caratterizzino il formaggio, viene riscaldato a circa 37-40 gradi e coagulato con caglio di agnello o… Continua a leggere

Le strade dei formaggi e del miele dell’Irpinia

Protagonisti dell’iniziativa un gruppo di imprenditori agricoli che producono formaggi e mieli i quali, dopo aver partecipato a diverse iniziative organizzate dalla Regione Campania, tese all’ampliamento delle conoscenze tecniche, al miglioramento delle strutture ed alla promozione dei prodotti, hanno deciso di offrire al consumatore l’opportunità di approfondire la conoscenza del territorio irpino nella sua interezza. Un viaggio lungo i percorsi della Strada dei Formaggi e dei Mieli Irpini, quindi, che vuole essere la ricerca di gusti nuovi ed antichi, ma… Continua a leggere

Il Ristorante “LO SPIEDO”

Sull’altopiano del Laceno, tra boschi di faggi e montagne che si affacciano nel lago si trova il Ristorante Lo Spiedo. Il gestore propone il meglio della cucina tipica di questi posti, “Assaggi” di produzioni tipiche e piatti della tradizione  quali: le tagliatelle ai funghi porcini, i ravioli con burro salvia e tartufo. Veri e propri capolavori di gastronomia, accompagnati da un buon vino locale.

 La Ricetta

PASTA CON TARTUFO NERO DI BAGNOLI    Ingredienti per 4 persone:… Continua a leggere

Capretto alle erbe fresche mediterranee

 

Ingredienti per 4 persone

 

600 g di capretto

40 g di fondo di capretto

erbe miste q.b.

40 g di pisellini

0,5 dl di olio extra vergine di oliva

6 cl olio di oliva extravergine

sale q.b.

1 cipolla novella

40 g patate novelle

 

Procedimento

 

Spadellare il capretto; lasciare riposare ed impanare nelle erbe.

Tagliare il capretto, montare il fondo all’olio extravergine di oliva ed erbe.

Cuocere le patate, cipolle e piselli in un tegame lentamente,… Continua a leggere

Il capretto di Sant’anastasia

La storia del capretto anastasiano ha dell’incredibile. Nell’Ottocento i sensali anastasiani controllavano il commercio degli ovini nel mercato più importante di Napoli, ma qualcuno remava contro per stroncare il monopolio del popolo vesuviano. Furono introdotti dei dazi che non portarono a nulla perchè grazie all’alta qualità delle carni e al lavoro certosino dei veterinari nessuno trovava pretesti per bloccare il rifornimento delle carni.Dopo anni di guerra di confine e speculazioni sui mercati alimentari lungo le strade che conducevano a Sant’anastasia… Continua a leggere

Agricoltura chiave di rilancio per il Mezzogiorno

 “Alla fiera Internazionale del Vino che si sta svolgendo a Verona abbiamo avuto la testimonianza di come l’agricoltura possa essere una risorsa dell’intero Mezzogiorno.

Infatti i prodotti delle regioni meridionali, Campania ma anche Sicilia, Puglia, Basilicata, hanno suscitato un grandissimo interesse negli operatori nazionali ed internazionali, in modo particolare in quelli del Sud Est Asiatico e dell’Europa dell’Est, dato evidente che l’Agricoltura di qualità può rappresentare il volano per l’economia dell’Italia meridionale e può dare sviluppo concreto e sostenibile”.… Continua a leggere

Contadini per un week end

La nuova tendenza nel mercato degli hobby antistress per chi cerca un nuovo stile di vita per 48 ore sembra essere fare il contadino. Guidati da mani esperte ci si può immergere nella natura con lavori semplici o pesantissimi. Si va dal potare la vigna a strigliare un cavallo a portare il fieno alle vacche o cimentarsi nella raccolta delle olive. Si possono affrontare lavori come spaccare legna per il camino o partecipare alla transumanza delle pecore, cosa che però… Continua a leggere

Denominazioni Italiane di Origine Protette e Indicazioni Geografiche Protette

 

 

Caciocavallo Silano D.O.P. reg. CE n. 1263 del 01.07.96

reg. CE n. 1204 del 04.07.03

Carciofo di Paestum I.G.P. reg. CE n. 465 del 12.03.04 Sa

Castagna di Montella I.G.P. reg. CE n. 1107 del 12.06.96 Av

Cilento (Oli) D.O.P. reg. CE n.1065 del 12.06.97 Sa

Cipollotto Nocerino D.O.P. reg. CE n. 656 del 10.07.08 Sa Na

Colline Salernitane (Oli) D.O.P. reg. CE n. 1065 del 12.06.97 Sa

Fico Bianco del Cilento D.O.P. reg. CE n. 417 del… Continua a leggere

La Ricetta della Pastiera Napoletana secondo la nonna Emma

 

 

Pasta frolla

½ kg farina

200 gr zucchero

200 gr burro

2 uova intere

1 tuorlo

1 bustina di lievito

 

Impastare il tutto fino ad ottenere una palla liscia che resterà a riposo per circa un ora ( al fresco).

 

Crema gialla

 

½ l. latte

150 gr. Zucchero

3 tuorli

60 gr. Farina

1 buccia di limone

Lavorare zucchero e uova. Aggiungere la farina e la buccia di limone. Versare il latte molto caldo e… Continua a leggere

IL CASATIELLO NAPOLETANO

Il casatiello, profumato rustico di origine pasquale della famiglia dei più famosi Tortani deve le suo nome dalla presenza abbondante di cacio e pecorino nella farcia. Tipicamente legato alla festa di Pasqua dove per la lieta novella della resurrezione anche l’appetito gioisce con questa non torta dalle mille sfaccettature preparata in diversi modi dalle massaie di esperienza dell’entroterra partenopeo.

La Ricetta:

1 Kg di farina

3 lieviti di birra

1 cucchiaio d’olio

7 gr di sale (un cucchiaio grande raso)… Continua a leggere

News

Cerca
Seguici su…

Archivio post
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
leguminosa 2016