Wine&Thecity


Testo della legge Mongiello detta anche “salva olio”

CAPO I NORME SULLA INDICAZIONE DELL’ORIGINE E CLASSIFICAZIONE DEGLI OLI DI OLIVA VERGINI

Articolo 1 (Modalità per l’indicazione di origine)

1. L’indicazione dell’origine degli oli di oliva vergini prevista dall’articolo 4 del decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali 10 novembre 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2010, deve figurare in modo facilmente visibile e chiaramente leggibile nel campo visivo anteriore del recipiente, in modo da essere distinguibile dalle altre indicazioni e dagli altri… Continua a leggere

Patata interrata del Taburno

Essendo da sempre un alimento vitale per la popolazione del Taburno, la patata costituisce la base principale di numerose ricette locali, alcune prettamente legate ai pasti che i contadini usavano recare con sé nei campi.

L’antico metodo di conservazione consiste nello scavo di buche nel terreno di medio/alta montagna, della profondità di circa 1-1,5 metri, in ognuna delle quali circa 3 o 4 quintali di tuberi si ripongono, protetti da due strati di foglie di felce e da altro terreno… Continua a leggere

La Ricetta

Rigatoni con pomodoro san Marzano e mozzarella

Ingredienti per 4 persone:

280gr di rigatoni

mozzarella di bufala campana

700gr di pomodori san Marzano

basilico

uno spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

Preparazione

Tuffate i pomodori in acqua bollente salata e dopo un minuto, scolateli e spellateli. Divideteli a filetti e ripassateli in olio e aglio, dopo due minuti circa salate. Eliminato l’aglio, aggiungete il basilico e allontanate dal fuoco il sugo. Lessate la pasta al dente e passatela… Continua a leggere

San Marzano, l’oro rosso ritorna prezioso

Il territorio fertilissimo, a vocazione orticola, che si trova intorno a Napoli, l’agro sarnese nocerino, fino a vent’anni fa era coltivato quasi esclusivamente a San Marzano: un pomodoro delicatissimo, che mantiene a lungo il suo sapore anche con la conservazione, ma che va maneggiato con cura. Una grave virosi distrusse i raccolti e, in seguito, la riconversione di molti campi a floricoltura e la costruzione di serre, ridimensionò di molto la sua coltivazione. Da allora le industrie che producono “pelati”… Continua a leggere

L’Agricoltura che vorrei, l’Italia che vorrei

Capita a tutti noi di immaginare come vorremmo cambiare il mondo in cui viviamo, come vorremmo che diventasse la società di cui facciamo parte, a partire dagli aspetti che ci toccano maggiormente. Ed in realtà, con i nostri comportamenti quotidiani, noi abbiamo un’influenza, anche se spesso impercettibile, su tutto quello che ci circonda. La cultura di un popolo, i rapporti sociali, i valori condivisi, sono sempre il frutto di una infinità di comportamenti individuali.   A me è capitato, facendo… Continua a leggere

Pane ai Fichi Bianchi del Cilento Dop

Mettere a bollire 400 g di Fichi Bianchi del CilentoDop  con l’acqua e lasciare cuocere per 20 minuti. Togliere i fichi dall’acqua e conservarla per l’impasto facendola raffreddare. Mettere i fichi cotti in un tegame con 300 g di zucchero, la scorza di mezzo limone e farli cuocere per 1 ora a fuoco basso fintanto che nonsaranno caramellati. Poiché nella preparazione serve solo l’acqua di cottura,  i fichi così cotti potranno essere conservati. Per far ciò mettere i… Continua a leggere

Fico Bianco del Cilento DOP

 La Denominazione geografica protetta “Fico bianco del Cilento” è riferita al prodotto essiccato della cultivar “Dottato”diffusa in tutto il Mezzogiorno. Prodotto avente caratteristiche uniche e di assoluto pregio, apprezzate anche all’estero, il “Fico bianco del Cilento” DOP deve la sua denominazione al colore giallo chiaro uniforme della buccia dei frutti essiccati, che diventa marroncino per i frutti che abbiano subito un processo di cottura in forno. La polpa è di consistenza tipicamente pastosa, dal gusto molto dolce, di colore… Continua a leggere

La torta di mele annurche

Ingredienti 600 g. di mele annurche, 100 g. di farina, 60 g. di fecola di patate, 6 uova 120 g. di zucchero, 50 g. di burro, 60 g. di mandorle tostate, 30 g. di uvetta, una bustina di vaniglia, limone.

Preparazione: Sbucciate le mele e tagliatene una metà a tocchetti e l’altra metà a spicchi; spruzzatele con il succo di limone per evitare che anneriscano. Separate gli albumi dai tuorli e montateli a neve ben ferma aggiungendo un pizzico di… Continua a leggere

Parassiti del pomodoro

A causa della globalizzazione dei mercati e’ aumentato considerevolmente il rischio dell’introduzione di nuovi parassiti. Per evitare si verifichi nuovamente quanto accaduto con il cinipide del castagno occorre lavorare ed investire sempre piu’ sulla prevenzione”. Cosi’ Daniela Nugnes, consigliere del presidente della Regione Campania Stefano Caldoro per l’Agricoltura nel corso del seminario ‘Nuovi pericolosi insetti di recente introduzione in Campania’, che si e’ svolto questa mattina presso la sede della Regione all’isola A6 del Centro direzionale di Napoli.

“L’anno scorso… Continua a leggere

La Mela Annurca

La mela Annurca, o melannurca, è un prodotto ortofrutticolo italiano a Indicazione Geografica Protetta, tipico della Campania, che, al momento del consumo, si presenta di colore uniformemente rosso. È definita la “regina delle mele” ed è l’unica mela originaria dell’Italia meridionale.

Dopo la raccolta, la mela Annurca necessita di un periodo di “arrossamento”, durante il quale viene posta su graticci di paglia (“melai”) nei quali i frutti sono disposti su file esponendo alla luce la parte meno arrossata.

Il nome… Continua a leggere

News

Cerca
Seguici su…

Archivio post
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
leguminosa 2016