Wine&Thecity


24 Pasticcieri pronti per la III edizione di Re Panettone Napoli

ImpastoTorna a Napoli, il 2 e il 3 dicembre, la prima e più autorevole kermesse italiana dedicata al Panettone artigianale: Re Panettone, idea e marchio registrato di Stanislao Porzio. Nei saloni dello storico Grand Hotel Parker’s (Corso Vittorio Emanuele 135) ventiquattro pasticcieri, provenienti da diverse regioni italiane, presenteranno al pubblico il proprio ventaglio di proposte: da panettone classico milanese a quelli più innovativi ma sempre nel rispetto del disciplinare di produzione.

I pasticcieri vengono selezionati secondo regole rigorose nei mesi precedenti la manifestazione: si richiede agli stessi di conformarsi alla filosofia “Tutto naturale, solo artigianale”; i pasticcieri si impegnano con una precisa sottoscrizione ad usare solo ingredienti naturali e ad evitare accuratamente gli additivi e i semilavorati. Tutti i panettoni presentati a RePanettone sono rigorosamente artigianali, realizzati senza ingredienti che ne prolunghino artificialmente la vita (i conservanti e i mono- e digliceridi utilizzati dall’industria), né semilavorati che ne facilitino la produzione artigianale, omogeneizzandone i sapori (lieviti disidratati e mix). A garanzia e tutela dei consumatori ogni anno, durante la manifestazione vengono estratti 3 panettoni per essere sottoposti alle analisi del DeFENS, Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente dell’Università degli Studi di Milano, una delle più prestigiose istituzioni scientifiche in materia.

re-panettoneLe novità di questa terza edizione partenopea vanno nella direzione degli approfondimenti: dalle tecniche di preparazione all’abbinamento panettone-vino. Nella Sala Ferdinando dell’hotel sarà allestita una postazione con i forni di Moretti Forni per le Prove d’Artista e le preparazioni live di alcune ricette della pasticceria lievitata. Alla postazione si alterneranno alcuni pasticcieri in sessioni di circa 45 minuti per mostrare al pubblico tecniche di impastamento e cottura, piccoli segreti del mestiere e ricette. L’Associazione Italiana Sommelier – Delegazione di Napoli curerà tre laboratori di degustazione esplorando le diverse possibilità di abbinamento con il panettone sia tradizionale che innovativo: ogni laboratorio, riservato ad un numero di max 20 partecipanti, prevederà tre assaggi di panettoni diversi e tre vini in abbinamento (Sabato alle ore 17, Domenica alle ore 12 e alle 17. Prenotazione trenta minuti prima dell’inizio fino ad esaurimento posti).

Anche quest’anno, a cornice della degustazione di panettoni, ci sarà anche quest’anno il Winebar curato dall’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli e Wine&Thecity dove sarà possibile assaggiare un’ampia selezione di vini dolci, passiti e spumanti del Consorzio di Tutela dei Vini del Sannio e le grappe di Distilleria Marzadro.

Anche quest’anno  verrà assegnato il Premio Miglior Panettone Innovativo Re Panettone® Napoli: la giuria di esperti – presieduta dal cuoco e storico della cucina Antonio Tubelli e composta da Benedetta Gargano (foodblogger), Ciro Salvo (pizzaiolo e maestro di impasto presso l’Accademia del Gambero Rosso), Santa di Salvo (giornalista), Vincenzo d’Antonio (giornalista) e Ciro Scarpato (pasticciere), con la partecipazione straordinario dell’attore Patrizio Rispo – valuterà nella giornata di sabato mattina i panettoni in esposizione che si distinguono per ricetta innovativa; gli assaggi si terranno a porte aperte e saranno rigorosamente alla cieca. Alle 13.30 ci sarà la premiazione ufficiale.

Dal 2008 a Milano e dal 2015 a Napoli Re Panettone è un’occasione unica per conoscere, degustare e acquistare il meglio della produzione artigianale nazionale. L’obiettivo di Re Panettone è da sempre esaltare la naturalità, la qualità, la freschezza dei prodotti da una parte e la capacità tecnica e l’originalità creativa dell’artigiano dall’altra. Da qui anche la novità 2017: la Certificazione di qualità RePanettone valida tutto l’anno che attesta freschezza, genuinità e artigianalità del prodotto. Una garanzia estesa tutto l’anno ai prodotti che recheranno il bollo di certificazione con ologramma anticontraffazione. Presso le pasticcerie che hanno aderito all’iniziativa verranno eseguiti controlli a sorpresa in tutto il periodo di presenza in negozio dei prodotti certificati. Acquirenti anonimi, senza preavviso, acquisteranno in negozio prodotti certificati e li spediranno in laboratorio per sottoporli a controllo. Le verifiche analitiche, circa l’assenza di mono e digliceridi degli acidi grassi (E471) tra gli ingredienti utilizzati, saranno effettuate dal DeFENS.

PROGRAMMA PROVE D’ARTISTA

Con la collaborazione di Moretti Forni

Sabato 2 dicembre

ore 14,30: Panettone al piatto per la cena di Natale di Giorgia Grillo di Nero Vaniglia di Roma.

ore 16,00: Fiori e ghiaccia per un Natale di zucchero di Aniello di Caprio di Lombardi Pasticcieri dal 1948 di Maddaloni (CE)

ore 17,30: Come accompagnare il Panettone con Dolci Tentazioni di Mattia Ricci di Fornai Ricci di Montaquila (IS)

 

Domenica 3 dicembre

ore 11.30: Cottura del Panettone e decorazione tradizionale piemontese di Mauro Morandin di Pasticceria Morandin di Saint_Vincent (AO)

ore 15,00: Come nasce il Panettone di Vincenzo Mennella di Pasticceria Mennella di Torre del Greco (NA)

 

PROGRAMMA LABORATORI AIS

A cura di Associazione Italiana Sommelier – delegazione di Napoli e Wine&Thecity

Con i vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio

Sabato 2 dicembre ore 17,00

Domenica 3 dicembre ore 12,00 e ore 17,00

Per ogni laboratorio tre vini del Consorzio Tutela Vini del Sannio e tre assaggi di panettone: tradizionale, innovativo e salato. I tre panettoni innovativi saranno quelli dei tre vincitori del premio “Miglior panettone innovativo” del 2016: In Croissanteria, Italo Vezzoli di Carobbio degli Angeli (BG); Pasticceria Mennella di Torre del Greco (NA); Lombardi Pasticcieri dal 1948 di Maddaloni (CE). I tre panettoni tradizionali saranno di: Panificio Ascolese di San Valentino Torio (SA) che si è aggiudicato il primo posto nel Premio Pangiuso di quest’anno per la categoria Panettone Tradizionale; Pasticceria Morandin di Saint Vincent (AO) e Agriturismo La Paterna di Giavera del Montello (TV). I tre panettoni salati saranno di: Tenerità di Caserta; Forno Sammarco di San Marco in Lamis (FG); Fornai Ricci di Montaquila (IS).

Agriturismo La Paterna, Giovanni Merlo Giavera del Montello (TV)
Antica Osteria Nonna Rosa, Francesco Guida Vico Equense (NA)
Antico Forno Nencioni, Alessio Nencioni Lamporecchio (PT)
Belsito, Gabriele Lolli Serrone (FR)
Cappiello Pasticceria Gelateria Caffetteria,

Luigi e Michele Cappiello

Santa Maria Capua Vetere (CE)
Fornai Ricci, Mattia Ricci Montaquila (IS)
Forno Sammarco, Antonio Cera San Marco in Lamis (FG)
In Croissanteria, Italo Vezzoli Carobbio degli Angeli (BG)
La Fornarina, Federico Nicoletti Sant’Elia (FR)
Leopoldo Infante, Salvatore Tortora Napoli (NA)
Lombardi Pasticcieri dal 1948, Aniello Di Caprio Maddaloni (CE)
Nero Vaniglia, Giorgia Grillo Roma (RM)
Panificio Ascolese, Fiorenzo Ascolese San Valentino Torio (SA)
Panificio Pugliese, Michele Segreto Toritto (BA)
Pasticceria Castello, Angelantonio Perrotta Cervinara (AV)
Pasticceria De Vivo dal 1955 a Pompei, Vincenzo Faiella Pompei (NA)
Pasticceria Giuri’ss, Federico Perrone Salice Salentino (LE)
Pasticceria Mennella, Vincenzo Mennella Torre del Greco (NA)
Pasticceria Morandin, Mauro Morandin Saint-Vincent (AO)
Pasticceria Panzini, Moreno Panzini Subiaco (RM)
Pasticceria Re di Dolci, Pietro Sparago Castel Morrone (CE)
Pasticceria Varriale, Salvatore Varriale Napoli (NA)
Pizzeria Farina del mio sacco, Giovanni Saviozzi Cascina (PI)
TenerITÀ, Angela Padovano Caserta (CE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Cerca
Seguici su…

Archivio post
dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
leguminosa 2016